Comunione spirituale

Questo post è stato letto 3050 volte

Adorazione Eucaristica - Tempo di preghiera

PREGHIERA PER LA
COMUNIONE SPIRITUALE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

Gesù mio,
io credo che sei realmente presente
nel Santissimo Sacramento.
Ti amo sopra ogni cosa
e ti desidero nell’anima mia.
Ora non posso riceverti sacramentalmente,
vieni almeno spiritualmente nel mio cuore.
Breve pausa
Come già unito a me,
io ti abbraccio e tutto mi unisco a te;
non permettere che mi separi mai da te,
mio Signore e mio Dio.
Breve pausa
Eterno Padre, io ti offro il Sangue Preziosissimo di Gesù Cristo in sconto dei miei peccati, in suffragio delle anime del purgatorio e per i bisogni della Santa Chiesa.
Amen

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen


COS’È LA COMUNIONE SPIRITUALE

La comunione spirituale è poco conosciuta e poco praticata, eppure è una sorgente speciale e incomparabile di grazie.
«Essa è per se stessa, una delle più grandi potenze della terra».
«Per mezzo di essa, scrive S. Leonardo da Porto Maurizio, molte anime arrivarono a grande perfezione».  

In che consiste la comunione spirituale?
Questa comunione non si fa esteriormente come la comunione sacramentale, ma spiritualmente, cioè internamente e mentalmente, senz’alcun atto materiale e corporale: spiritualmente, cioè in modo soprannaturale e divino.
Si chiama pure comunione interiore, comunione del cuore, comunione invisibile e mistica perché ci unisce a Gesù in modo misterioso e nascosto, senz’alcun segno visibile come avviene nella comunione sacramentale.
Si chiama finalmente comunione virtuale, perché ha la virtù di farci partecipare ai frutti dell’Eucaristia. 
 
Che cosa si deve fare per comunicarsi spiritualmente?
Bisogna formulare espressamente il desiderio di comunicarsi: perché questo desiderio sia sincero, bisogna essere disposti a comunicarsi sacramentalmente, se fosse possibile. Un semplice desiderio, se è vero e profondo, per quanto breve e rapido, basta a realizzare la comunione spirituale. Evidentemente quanto più il desiderio sarà prolungato, tanto più la comunione sarà fruttuosa. Con un semplice slancio del cuore verso Gesù nell’Eucaristia si fa la comunione spirituale e si partecipa alle grazie della comunione sacramentale.
Ecco come questo avviene: Nostro Signore è nell’Eucaristia per noi. Il suo desiderio di venire in noi, di essere tutto nostro, di possederci, di vivere in noi, è vivissimo ed Egli non domanda che di poterlo soddisfare.
«Io ardo di desiderio di darmi a te – diceva Gesù a Giovanna Maria della Croce – e quanto più mi do, tanto più desidero darmi nuovamente. Io sono, dopo ciascuna delle tue comunioni, come il pellegrino divorato dalla sete, al quale si dà una goccia d’acqua e dopo è più assetato ancora. Così io desidero continuamente di darmi a te».

Gesù rivolge queste medesime parole a ciascuno di noi. Egli vorrebbe venire ogni giorno nel nostro cuore con la comunione sacramentale, ma non gli basta ancora: vorrebbe venire in noi continuamente. Questo desiderio divino si compie con la comunione spirituale. «Tutte le volte che tu mi desideri, diceva Gesù a Santa Matilde, tu mi attiri in te. Un desiderio, un sospiro, basta per mettermi in tuo possesso». Nostro Signore spesso rivelò a innumerevoli anime sante e in maniere diverse, il desiderio ardente che ha di unirsi a noi.

ATTENZIONE:

la Comunione spirituale, fatta con buone intenzioni e con il degno proposito di correggere il proprio stile di vita conformandolo ai Comandamenti, produce gli stessi effetti della Comunione Sacramentale, ma non la sostituiscono!
In fondo, compito proprio di questa pia pratica, è quel ricondurci a quella innocenza iniziale con la quale ci accostammo per la prima volta alla Prima Comunione.

Questo post è stato letto 3050 volte

Tempo di preghiera

La preghiera è un cammino che ci porta verso Dio. E' un percorso impegnativo che, a volte, sembra essere superiore alle nostre forze e capacità. Ma con il Suo aiuto possiamo cercare di intraprendere questo viaggio con il sostegno della Chiesa, coi suoi Sacramenti e con i nostri fratelli. Buona preghiera.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *