XVIII Domenica del T.O – Anno B

Questo post è stato letto 931 volte

XVIII Domenica del T.O – Anno B

 

LETTURE: Es 16,2-4.12-15; Sal 77; Ef 4,17.20-24; Gv 6,24-35

 

Indicazioni Liturgiche

La celebrazione odierna ruota attorno al tema evangelico di Gesù quale “pane di vita”. Egli solo è in grado di saziare la nostra fame di Dio e la fame di senso e di verità che egli ha posto nel nostro cuore. La fede diventa dunque la condizione necessaria per riconoscere Gesù quale risposta al nostro bisogno: i segni stessi che egli pone, segni di un mondo nuovo e di una vita divina che ci viene comunicata, sono a noi comprensibili solo attraverso questa fiducia. Essa ci porta a scoprirlo non nella superficie delle cose che passano, ma nella profondità di una Parola e di una Presenza capaci di trasfigurare la nostra storia.

Il tema centrale delle due letture (Prima Lettura e Vangelo) è la fede, ma vista da una prospettiva diversa da quella della Domenica precedente. Nella Domenica precedente la fede era come il risultato del segno dato da Gesù, mentre qui ne è la premessa. Là Gesù compie il  miracolo per  suscitare la fede, qui Gesù dice che il miracolo non può essere creduto e accettato senza la fede. Non c’è contraddizione: si tratta di due aspetti complementari della fede, come docilità a Dio e come adesione alla sua persona. Se il cuore si spalanca attraverso la fede, la fiducia e l’amore, allora può entrare Cristo con tutta la ricchezza della sua grazia, con l’abbondanza di quei doni soprannaturali che scaturiscono dalla celebrazione  dei  suoi Misteri e che permettono al giusto di vivere di fede.

La Celebrazione Eucaristica domenicale nel mese di Agosto e in genere nel periodo estivo è di solito poco frequentata laddove le persone e le famiglie partono per le vacanze estive; invece, molto frequentata spesso con esigenza di moltiplicare le celebrazioni per poter accogliere tutti i fedeli nei luoghi di villeggiatura o nei paesi spopolati dall’emigrazione che in estate si ripopolano grazie ai concittadini che vi ritornano per le ferie. In ogni caso, la celebrazione dovrà essere curata, con i pochi o tanti strumenti e ministri di cui si dispone, pur conservando uno stile sobrio ed evitando di dare il senso di una Messa “estiva”, cioè veloce e sciatta.

 

PROPOSTA CANTI

Introito

– Il Signore ha nutrito il suo popolo (G. Liberto)

– Cristo vivente (Rep. Naz. Canti Liturgici)

– Tu, fonte viva (Rep. Naz. Canti Liturgici)

 

 

Presentazione dei doni

– Fa’ splendere la fede (A. Ortolano

– Pane spezzato (Resta con noi, Signore)

– Dov’è carità e amore (Rep. Naz. Canti Liturgici)

 

 

Comunione

– Manna di luce (Cristo ieri oggi sempre)

– Fior di frumento (Eucaristia. Cuore della Domenica)

– Pane di vita nuova (Pane di vita nuova)

– O sacro Convito (O sacro Convito)

 

 

Finale

– Parole di vita (Rep. Naz. Canti Liturgici)

– Pane per noi spezzato (Rep. Naz. Canti Liturgici)

– La tua Chiesa (Celebriamo Cristo – Cristo è risorto)

 

 

 

 

Questo post è stato letto 931 volte

Tempo di preghiera

La preghiera è un cammino che ci porta verso Dio. E' un percorso impegnativo che, a volte, sembra essere superiore alle nostre forze e capacità. Ma con il Suo aiuto possiamo cercare di intraprendere questo viaggio con il sostegno della Chiesa, coi suoi Sacramenti e con i nostri fratelli. Buona preghiera.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *