Contatore accessi gratis

XXXIV Domenica T.O – Anno B: Cristo Re

Questo post è stato letto 1609 volte

XXXIV Domenica T.O – Anno B

NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO RE DELL’UNIVERSO

Cristo Re - Tempo di preghiera

 

LETTURE: Dn 7,13-14; Sal 92; Ap 1,5-8; Gv 18,33b-37

 

Indicazioni Liturgiche

La celebrazione della regalità di Cristo Signore propone, alla conclusione di ogni Anno liturgico, la riflessione sul senso del tempo e della storia della storia alla luce del Vangelo. Gesù è re, ma non di questo mondo! La sua regalità non entra in competizione con i poteri di questo mondo; consiste, piuttosto, nel dono della sua vita per salvare l’umanità. Dunque, il Regno di Dio si è reso concreto nella croce e risurrezione di Gesù.

Stiamo celebrando una solennità, quindi deve essere fatto il possibile perché l’aula liturgica sia bella e accogliente. Nel presbiterio ci sarà una grande croce, ben illuminata. Ai suoi piedi un’adeguata composizione floreali e alcuni ceri. I fedeli saranno messi in grado di cogliere immediatamente il clima di festa, ma anche ciò che sta al centro di questa Liturgia: il Cristo crocifisso, l’unico Signore della storia, specie in questi tempi in cui il Crocifisso crea non pochi problemi nella società e annienta le nostre profonde radici cristiane.

L’uso dell’incenso contribuisce a creare un clima adeguato a questa giornata: incensazione dell’altare, all’inizio della celebrazione; incensazione dell’Evangeliario; incensazione delle offerte e dell’assemblea.

Sia solenne oggi, durante l’Atto penitenziale, il canto del Kyrie

Il canto al Vangelo serve per accompagnare l’Evangeliario dall’altare all’ambone. Oggi è opportuno fare questo rito processionale. Fate attenzione a non usare il Lezionario: quindi se la parrocchia non dispone dell’Evangelario meglio omettere la processione.

E’ opportuno cantare i testi eucologici e tutte le acclamazioni, non solo della Preghiera Eucaristica, ma tutte quelle particolarmente laudative, come quelle prima e dopo il Vangelo e quella dopo l’embolismo del Padre nostro («Tuo è il regno…»).

Secondo le indicazioni del Calendario liturgico, «nelle chiese parrocchiali si reciti, dinanzi al Santissimo Sacramento esposto l’Atto di Consacrazione con le Litanie del Sacro Cuore…». Non manchino a questo appuntamento gli operatori pastorali della Parrocchia.

 

PROPOSTA CANTI

 

Introito

– Cantico dell’Agnello (Cristo è risorto)

– Benedetto Colui che viene (O Croce nostra Speranza)

– Gesù Cristo Re (G. Liberto)

 

 

Presentazione dei doni

– Come incenso (Cristo ieri oggi sempre)

– Ti ringraziamo o Padre (G. Liberto)

– O Agnello di salvezza (L. Perosi)

 

 

Comunione

– Ci ha riscattati (G. Liberto)

– La dimora di Dio tra gli uomini (Celebriamo in spirito e verità)

– Pane vivo spezzato per noi (Rep. Naz. Canti Liturgici)

 

 

Finale

– Gloria a te, Cristo Gesù (Celebriamo Cristo)

– Regna il Signore (Sacerdote per sempre)

 

 

 

 

Questo post è stato letto 1609 volte

Tempo di preghiera

La preghiera è un cammino che ci porta verso Dio. E' un percorso impegnativo che, a volte, sembra essere superiore alle nostre forze e capacità. Ma con il Suo aiuto possiamo cercare di intraprendere questo viaggio con il sostegno della Chiesa, coi suoi Sacramenti e con i nostri fratelli. Buona preghiera.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *