VII Domenica T.O – Anno A

Questo post è stato letto 1599 volte

LETTURE: Lv 19,1-2.17-18; Sal 102; 1 Cor 3,16-23; Mt 5,38-48

Indicazioni Liturgiche

La Parola di Dio di questa Domenica ci offre stimoli provocanti in ordine alla santità: «Siate santi perché io, il Signore Dio vostro, sono santo» (Prima Lettura); «Siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste» (Vangelo); «Santo è il tempio di Dio, che siete voi» (Seconda Lettura). La santità, vista in Dio (totalmente Altro), designa la sua grandezza e la sua distanza dall’uomo. Il paradosso sta nel fatto che in Cristo grandezza e distanza si avvicinano all’uomo per elevarlo e attirarlo a Dio. La santità dell’uomo è la completa appartenenza al Signore. Questo progetto affascina e convince, ma porta con sé una domanda inquietante: come realizzarlo? La via certa è data dall’accogliere la proposta evangelica che ha il punto massimo nell’esortazione:«Amate i vostri nemici». Bisogna innanzi tutto decifrare la logica di Cristo in posizione d’urto rispetto alla logica oggi vigente: espansiva la prima, egocentrica la seconda; comunionale e conviviale la prima, avara e isolante la seconda; creativa di bontà la prima, vendicativa e intricata nella spirale della degradazione verso la distruttività la seconda.

Sappiamo che Dio ci ha creati a sua immagine e somiglianza. Il peccato ci sfigura e rende quasi impossibile vivere la dimensione dell’amore. La conclusione del discorso della montagna ci consegna la proposta più alta della fede: il perdono e l’amore dei nemici.

Nella Liturgia l’accoglienza deve favorire l’incontro fraterno di tutti per fa­cilitare il sentirci amati, tutti indistintamente, dal Signore così da sentire il bisogno di amare tutti.

Si valorizzino come e più del solito gli spazi di silenzio per interiorizzare profondamente la Parola che il Signore ci rivolge (atto penitenziale, dopo l’omelia, dopo la comunione).

PROPOSTA CANTI

Introito

– Gioisca il mio cuore (Tu sei la via)

– Benedici il Signore (Benedici il Signore)

– Chiesa del Risorto (Rep. Naz. Canti Liturgici)

Presentazione dei doni

– Dov’è carità e amore (Rep. Naz. Canti Liturgici)

– Segno di unità (Eucaristia. Cuore della Domenica)

– La vera gioia (Non di solo pane)

Comunione

– Beati voi (Vieni Soffio di Dio)

– Con amore infinito (Rep. Naz. Canti Liturgici)

– Fiamma viva d’amore (Jesus is my life)

Finale

– Passa questo mondo (Rep. Naz. Canti Liturgici)

– Quello che abbiamo udito (Rep. Naz. Canti Liturgici)

Questo post è stato letto 1599 volte

Tempo di preghiera

La preghiera è un cammino che ci porta verso Dio. E' un percorso impegnativo che, a volte, sembra essere superiore alle nostre forze e capacità. Ma con il Suo aiuto possiamo cercare di intraprendere questo viaggio con il sostegno della Chiesa, coi suoi Sacramenti e con i nostri fratelli. Buona preghiera.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *