Contatore accessi gratis

V Domenica di Quaresima – Anno B

Questo post è stato letto 1559 volte

V Domenica di Quaresima – Anno B 

LETTURE: Ger 31,31-34; Sal 50; Eb 5,7-9; Gv 12,20-33

Gesù non è morto, ma è stato ucciso e questo per la fedeltà mostrata al Padre suo, come fanno  i martiri che, seguendo le orme di Cristo, hanno compreso il significati dell’essere Cristiani. È il “destino” a cui sono andati e vanno incontro incontro tanti uomini e donne, di ogni età, pur di restare fedeli al Signore Gesù. 

Ancora come già in tutto il tempo di Quaresima, l’Aula liturgica continui ad essere completamente spoglia; si usino l’incenso e l’Evangeliario; si sostituisca opportunamente l’Atto penitenziale con il Rito domenicale dell’aspersione con l’acqua benedetta.

Dove ci sono catecumeni, si svolgono oggi gli ultimi scrutini. Se non sono state fatte prima, dopo gli scrutini si celebrano le consegne o traditiones. Con esse la Chiesa affida agli eletti le antichissime formule della fede e della preghiera, cioè il Simbolo (Credo) e la Preghiera del Signore (Padre nostro).

Si consegni oggi alle famiglie il calendario delle Celebrazioni della Settimana Santa, con gli orari in cui sarà possibile celebrare il Sacramento della Riconciliazione. Organizzare, se c’è la possibilità, una Celebrazione comunitaria della Penitenza con confessione e assoluzione individuale, per aiutare tutti a vivere e celebrare bene il Mistero della nostra salvezza.

PROPOSTA CANTI:

Introito

– Donaci, Signore, un cuore nuovo (Rep. Naz. Canti Liturgici)

– A te veniamo (Domeniche di Quaresima/C)

– Chi mi seguirà (Rep. Naz. Canti Liturgici)

 

Presentazione dei doni

– Cristo s’è fatto obbediente (Cristo è nostra Pasqua)

– Umiliò se stesso (Chi ci separerà dall’amore di Cristo?)

– Se tu mi accogli (Rep. Naz. Canti Liturgici)

 

Comunione

– Fior di frumento (Eucaristia. Cuore della Domenica)

– Cristo nostro Signore (O Fonte della Luce)

– Tu, nella notte triste (Rep. Naz. Canti Liturgici)

 

Finale

 O Albero glorioso (A. Ortolano)

– Signore dolce volto (Rep. Naz. Canti Liturgici)

Questo post è stato letto 1559 volte

Tempo di preghiera

La preghiera è un cammino che ci porta verso Dio. E' un percorso impegnativo che, a volte, sembra essere superiore alle nostre forze e capacità. Ma con il Suo aiuto possiamo cercare di intraprendere questo viaggio con il sostegno della Chiesa, coi suoi Sacramenti e con i nostri fratelli. Buona preghiera.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *