Contatore accessi gratis

V Domenica di Quaresima – Anno C

Questo post è stato letto 2118 volte

LETTURE: Is 43,16-21; Sal 125; Fil 3,8-14; Gv 8,1-11

Indicazioni Liturgiche

L’insistere di Gesù sulla misericordia senza limiti di Dio e il suo comportamento di accoglienza dei peccatori urtano sempre con i moralisti, come il figlio maggiore della parabola di Lc 15 (che abbiamo ascoltato Domenica scorsa), i quali pensano che servire Dio sia questione di opere che meritano necessariamente ricompensa. E, dunque, chi non è ligio a tali opere non solo non merita ricompensa, ma deve essere condannato a pene. Invece,il tema centrale di tutta la Liturgia della Parola di oggi è proprio l’incontro con Gesù che non si erge a giudice, ma che ci afferra nel profondo per cambiare la nostra esistenza. Questa forza ha un nome: “perdono”. È l’energia di cui ha bisogno la nostra umanità per non diventare vittima della violenza che può distruggerci.

Il motivo ricorrente in questa Liturgia è quello della speranza, una speranza che crediamo debba affiorare: nel saluto iniziale, teso a trasmettere il senso del nostro radunarci nel Giorno del Signore per costituire una santa assemblea, che vive fin d’ora nel segno della risurrezione e anticipa, con il suo stile fraterno, il compimento dei tempi ultimi; nella preghiera dei fedeli che, proprio mentre esprime le gioie e le pene che attraversano l’umanità, mostra la sua fiducia in Colui che la accompagna con il suo amore e che prepara «cieli nuovi e terra nuova»; nel gesto di pace, che si propone di costruire il “nuovo” attraverso relazioni nuove improntate all’accoglienza e alla solidarietà, facendo cadere pregiudizi e sospetti, egoismi e chiusure; nel congedo che invita coloro che hanno partecipato all’Eucaristia a raggiungere i loro fratelli, lungo le vie del mondo, per spezzare ogni cerchio di morte, per far cadere le pietre dalle mani di chi è pronto a giudicare e condannare.

PROPOSTA CANTI

Introito

– Donaci Signore un cuore nuovo (Rep. Naz. Canti Liturgici)

– Attende, Domine (Rep. Naz. Canti Liturgici)

– Io verrò a salvarvi (Nella casa del Padre – EDC)

Aspersione:

– Io vi aspergerò (Domeniche di Quaresima/B)

– Purificami, o Signore (Rep. Naz. Canti Liturgici)

– Con acqua pura (Parla Signore)

Presentazione dei doni

– Hai benedetto, Signore (Tu sei la via)

 Se tu mi accogli (Rep. Naz. Canti Liturgici)

Comunione

– Venite a me con tutto il cuore (Domeniche di Quaresima/C)

– A te veniamo (Domeniche di Quaresima/C)

– Dio ci offre il suo perdono (AdV)

Finale

– Il sole tace, splende l’amore (Domeniche di Quaresima /B)

– Signore dolce volto (Rep. Naz. Canti Liturgici)

Questo post è stato letto 2118 volte

Tempo di preghiera

La preghiera è un cammino che ci porta verso Dio. E' un percorso impegnativo che, a volte, sembra essere superiore alle nostre forze e capacità. Ma con il Suo aiuto possiamo cercare di intraprendere questo viaggio con il sostegno della Chiesa, coi suoi Sacramenti e con i nostri fratelli. Buona preghiera.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *