Novena a S. Giovanni XXIII per chiedere grazie

Questo post è stato letto 5345 volte

S. Giovanni XXIII - Tempo di preghiera

La novena a Papa San Giovanni XXIII
per intercedere Grazie,
si recita dal 2 al 10 Ottobre o quando si ha necessità

Ripetere per nove giorni consecutivi
la seguente preghiera


Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

Signore, sono qui davanti a te senza saperti dir nulla. Eppure ho tante cose da dirti, tante cose da chiederti. Ma sono troppe e non so da quali cominciare. Signore ho una pena che tu solo conosci. Tu ed io. Non oso dirla a nessuno. Mi vergogno di farla sapere ad altri. Signore, la dico a te. Vedi, mi costa di dirla anche a te. Perdonami. Tu che mi leggi nel cuore, tu aiutami, Signore. Esaudiscimi per la fede del tuo servo Papa Giovanni. Per il bene che ti ha voluto, rivolgi a me il tuo sguardo di padre buono. Signore, soccorrimi, dammi la grande grazia che ti chiedo.

Padre nostro … 

Signore, so che tu hai sofferto nel veder soffrire. Non hai pianto sulla tomba di Lazzaro? Non hai pianto sulla tua città che ti rinnegava e fuggiva da te? Io sono tentato di fare lo stesso. Sono tentato di ribellarmi a te, di fuggire da te. Signore, non permetterlo, te ne scongiuro. Fa’ che vinca me stesso, la mia riluttanza e che stia sempre con te. Ma tu, o Signore, per intercessione del tuo servo Papa Giovanni dammi la grazia che ti chiedo, che lui ti chiede per me. Io non son degno di levare la mia voce a te, ma lui sì. Per lui, ti prego, esaudiscimi, Signore.

Padre nostro …    

Signore, se guardo l’anima mia mi spavento. Quanti peccati. Tutti i giorni ne commetto. Come pregarti così? Ma, o Signore, non sei tu Padre, un padre che non porge un sasso a un figlio che chiede pane? Ti confesso che a volte ho questa impressione. Anche ora, Signore, anche ora, mentre ti prego, mi domando se la tua bontà vincerà la mia miseria, se il tuo amore sorpasserà la mia cattiveria. Signore, liberami da quest’incubo, dissipa la mia diffidenza nella tua bontà. Tu che ci hai dato in Papa Giovanni un esempio vivo di semplicità affettuosa per te, di confidenza illimitata, di sereno abbandono, con la grazia che ti chiedo per i suoi meriti, dammi quella di non aver mai paura di te, ma solo del peccato e che ti ami come tu meriti di essere amato.

Padre nostro …

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

Questo post è stato letto 5345 volte

Tempo di preghiera

La preghiera è un cammino che ci porta verso Dio. E' un percorso impegnativo che, a volte, sembra essere superiore alle nostre forze e capacità. Ma con il Suo aiuto possiamo cercare di intraprendere questo viaggio con il sostegno della Chiesa, coi suoi Sacramenti e con i nostri fratelli. Buona preghiera.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *